Esempi di calcolo col software Cj

I concetti essenziali
  1. La teoria in sintesi.

Abbiamo visto che l’ipotesi fondamentale su cui si basa la teoria e quindi il TelSpa del prof.Ghersi, il solutore della parte matematica che identifica la struttura progettata, è che ogni impalcato debba essere rigido nel proprio piano. Se non lo è, e il baricentro delle masse non corrisponde col centro delle rigidezze, il che significa che è richiesto all’impalcato una ridistribuzione della forza sismica globale fra le varie strutture piane sismoresistenti, il programma di calcolo Cj, che utilizza il TelSpa , non deve essere utilizzato. I risultati sarebbero falsati.

Ora, sapendo che cosa fa il software Cj, per chiarirci le idee sulla teoria, su come funziona il TelSpa e su come funziona il software Cj, calcoliamo concretamente l’edificio descritto nell’articolo La teoria in sintesi che affida la resistenza sismica dell’intero edificio solo a 3 strutture piane sismo resistenti non convergenti in un punto.

2. Un progetto di Architettura Tecnica: come nasce il Nodo Carannante.

 Esempi di calcolo che utilizzano il Nodo Carannante e NON.

Per mostrare che il software è del tutto generico, iniziamo con una struttura classica in cemento armato; però devi fare esperienza col NUOVO SISTEMA COSTRUTTIVO CHE UTILIZZA I NODI CARANNANTE perché ti proietta in un’altra dimensione in cui non hai esperienza.
Prima non si poteva fare ora si.

  • Calcolo della Struttura in c.a. con stesse sezioni per travi e pilastri, così come indicate nel libro Edifici antisismici in cemento armato di Ghersi/Lenza.
  • Calcolo dello stesso edificio con travi a spessore di solaio con anima di acciaio IPE100 in sostituzione delle travi 30x6o e 30×50 cm emergenti dal solaio in c.a..
    In quest’esempio si vede come utilizzando una trave in c.a. a spessore di solaio con annegato al suo interno una ipe100 vincolata con i Nodi Carannante la struttura è verificata.
    Si riesce ad ottenere una struttura duttile a pianta libera senza travi emergenti dal solaio in cemento armato.
  • Calcolo dello stesso edificio con pilastri più compatti. Tubi quadrati da 300 mm. pieni di calcestruzzo invece che rettangolari in calcestruzzo 300×700 mm.
    Il solaio invece di essere gettato in opera in c.a. è con pannelli prefabbricati Cj. Le travi sono composte a spessore di solaio larghe 800 mm.
  • Calcolo dello stesso edificio cambiando solo i pilastri, da Tubo quadrato pieno di calcestruzzo ad HE chiuse nella zona impalcato.
  • Calcolo dello stesso edificio adottando come solaio n.1, un solaio con lamiera grecata e soletta in calcestruzzo su travi secondarie in acciaio IPE100, travi principali IPE270 e pilastri HEB300 rafforzati nella zona degli impalcati..
  • Una ulteriore novità. Pilastri compatti in C.A. prefabbricato, trave metallica di montaggio e trave composta in C.A. a spessore di solaio prefabbricato Cj, e… CONTROVENTI IN ACCIAIO a croce di S.Andrea.

CALCOLO DI UN EDIFICIO DI 12 PIANI REGOLARE